Comune di Segrate




Spazio banner

Notizie

 



 

Giorno del Ricordo, lunedì 11 febbraio alle 11 la commemorazione dei Martiri delle Foibe
Al Centro Verdi alle ore 18 la presentazione del nuovo libro dell’esule Piero Tarticchio "Maria Peschle e il suo giardino di vetro"

giorno del ricordo 2019In occasione del Giorno del Ricordo, lunedì 11 febbraio alle ore 11 nel Giardino di via Grandi si terrà la Commemorazione dei Martiri delle Foibe e dell'Esodo Giuliano Dalmata.

Alle ore 18 al Centro Culturale Verdi di via XXV Aprile si terrà la presentazione del libro "Maria Peschle e il suo giardino di vetro" (Mursia, 2019), di Piero Tarticchio.

La cittadinanza tutta è invitata a partecipare
.

“Il Giorno del Ricordo, istituito con la Legge 30 marzo 2004 n. 92 e celebrato il 10 febbraio di ogni anno – commenta il sindaco Paolo Micheli -, vuole conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la Seconda Guerra Mondiale e nell’immediato secondo dopoguerra, e della più complessa vicenda del confine orientale”.

“In occasione di questa solennità civile – aggiunge Gianluca Poldi, assessore alla Cultura e Ricerca – abbiamo l’onore e il piacere di ospitare il concittadino Piero Tarticchio - esule e scrittore istriano – che in biblioteca ci parlerà del suo nuovo libro. Un’opera dedicata ‘A quelli che scappano. A tutti gli esuli del mondo dispersi come foglie dal vento della storia’, quindi un libro fortemente attuale dentro il labirinto di specchi che è la storia. Credo che uno dei migliori modi per presentarlo conservandone l’intensità sia quello di darne la ‘temperatura’, il calore etico e insieme poetico che lo permea. La si può avvertire già nelle citazioni scelte da Tarticchio a introdurne i capitoli, o all’interno del testo”.

Maria Peschle e il suo giardino di vetro è una storia nella Storia. Un passato sempre presente per quanti hanno vissuto sulla propria pelle la tragedia di un esodo, quello di migliaia di italiani che sono dovuti emigrare dalla Venezia Giulia e dalla Dalmazia dopo la fi¬ne della Seconda Guerra Mondiale. Un libro aperto agli occhi del mondo che parla di un’epoca tra le più oscure e travagliate del Novecento e che racconta di un popolo umiliato, perseguitato e costretto alla fuga.
Accadimenti, atrocità, vessazioni e sopraffazioni sono narrati con una prosa ispirata e coinvolgente attraverso la vita di Maria Peschle, giovane donna visionaria, coraggiosa e ribelle, la cui dignità si eleva come un vero inno alla vita.

>> Scarica il pieghevole della presentazione del libro

Piero Tarticchio è nato nel 1936 a Gallesano (Istria). È stato costretto all’esodo, nel 1947, dai partigiani del maresciallo Tito, che uccisero e gettarono nelle foibe sette suoi parenti, tra cui il padre e don Angelo Tarticchio, sacerdote. Pittore, scrittore, giornalista, vive e lavora a Segrate. Presidente del Centro di Cultura Giuliano-Dalmata, ha diretto il periodico L’Arena di Pola. Dal 1959 espone in Europa i suoi dipinti e le sue opere figurano in musei, circoli culturali, biblioteche, collezioni pubbliche e private di tutto il mondo. Ha pubblicato Le radici del vento (1998), Parole e sogni (1999, con le poesie di Lio Selva), Nascinguerra (2001), Visioni (2004), Storia di un gatto profugo (2006), L’impronta del Leone alato (2010) e La capra vicino al cielo (2015).
 


Ultimo aggiornamento: 4 febbraio 2019 < Indietro
 

Footer
Ente CertificaotPalazzo Comunale: via 1° Maggio | 20090 Segrate | Codice Fiscale 83503670156 | Partita IVA 01703890150
Tel. +39.02.269.021 | Fax 02.213.375 | Posta Elettronica Certificata: segrate@postemailcertificata.it