Sabato 10 settembre
, secondo appuntamento di "Segrate Suona", due giorni di concerti tra hip-hop, trap, rock, alternative e blues.

Sul palco del Centroparco tanti bravissimi musicisti e band selezionati con un contest aperto a tutti gli artisti del territorio.
 
La manifestazione è organizzata con Fermata Giovani Artisti.
 
La line up:
 
 
SABATO 10 SETTEMBRE
 
Blues/funk dalle 18:

1. J & The Karciophones
“Il carciofo è un frutto resistente alle intemperie, dalle foglie esterne dure e ispide che tengono lontani gli animali e fanno dannare l’uomo che faticosamente lo coltiva. Eppure, avvicinandosi al cuore, foglia dopo foglia, la sua dura fibra si ammorbidisce, il suo gusto si fa dolce e regala a chi ha la pazienza di scoprirlo tutta la tenerezza di un sapore domestico e antico. Noi invece ci chiamiamo Karciophones perché siamo scarsi. Privi di qualsiasi senso di pudore, ci cimentiamo in arditissime cover di celebri brani funk – blues – r’n’b. La scarsa qualità degli interpreti è però compensata da quella forza “che move il sole e l'altre stelle” e che noi proviamo nei confronti del nostro strumento musicale e degli altri membri del gruppo”.
Un live trascinante ed esplosivo con dei veri talenti!
J & The Karciophones - Youtube
 
2. The Blues Matters
“The Blues Matters”
è un duo di musicisti provenienti da diversi background musicali, ma accomunati per una reverenziale passione per il Blues, vera e propria 'radice' della musica popolare moderna. Il progetto, nato nella forma di canale YouTube, si pone l'obiettivo di celebrare questo genere musicale nella sua forma più semplice ed essenziale, rivelatasi capace di ispirare generazioni di musicisti ed appassionati di tutto il mondo.
The Blues Matters sono Luca “Capitano” Bistrattin, segratese, e Matteo Brambilla: regaleranno un'ora di grande musica, forse con qualche ospite a sorpresa…
The Blues Matters - Youtube


Alternative rock dalle 19.30:

1. Landscape to infinity
I Landscape to Infinity nascono come band alternative rock negli anni del liceo, partecipando attivamente alla realtà musicale del loro quartiere. Si sciolgono nel 2015, finché non decidono di tornare a lavorare ai propri pezzi alla fine del 2021.
Propongono un repertorio di canzoni originali dalle tendenze precise, con una solida base di rock melodico e dalle inclinazioni dark, contagiato da influenze nu metal e post-rock.
Landscape to Infinity - Youtube

2. Mad Dogs n Aspirines
Il progetto Mad Dogs n Aspirines nasce nel 2017 in provincia di Milano da un'idea di Leonardo Mascagni e Davide Savino. Spinti dalla passione per la musica, iniziano a scrivere pezzi, testi e melodie, mischiando influenze che spaziano dal rock all'elettronica, utilizzando una vecchia chitarra elettrica e un sequencer.  Si unisce a loro il bassista Orazio Fernandez, e, dopo alcune vicissitudini, la band trova l’equilibrio con l'arrivo del batterista e quarto componente Luca Di Rubbo.
La band comincia a esibirsi in diversi pub, festival, locali e club come il Rock and Roll e il Ligera di Milano, e registra l’ep di debutto “Classe 6”.
Con richiami a strutture della musica elettronica e al rock inglese anni ‘90, la loro musica grida ad alta voce, in maniera diretta senza classicismi e tecnicismi, la spensieratezza, la gioventù e la voglia di svoltare.
Mad Dogs N Aspirines - Youtube
Mad Dogs N Aspirines - Spotify

3. Meatware
I Meatware nascono a Milano nel settembre 2021 da un'idea di Piero Leddi (tastiere, chitarra, produzione) che porta nella stessa sala Gabriele Salati (voce) e la già rodata formazione composta da Mattia Pittau (chitarra), Andrea chiari (basso, voce) e Giulio Bellini (batteria).
I componenti, tutti provenienti da svariati progetti ed esperienze musicali differenti, si sono trovati accomunati dal desiderio di uscire dai confini della loro precedente produzione artistica per lavorare su sonorità più slegate, più spontanee con le quali costruire una nuova identità, caratterizzata da sonorità a tratti cupe e introspettive a tratti lucenti e ambiziose. Accesi dalla passione e dall'estro, in una manciata di mesi si sono raccolti nel loro studio sotterraneo e, con un audace atteggiamento DIY, hanno dato alla luce materiale per confezionare due EP, “Sour breed” e “Juno”, che poggiano le loro fondamenta su generi come post punk e rock alternativo, arricchite da qualche accenno new wave e metal.

Meatware - Spotify

 

Date e orari

10
set
Ore 18

Galleria

Questo sito utilizza cookie tecnici e di analytics .
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies