Sono 17 gli esercenti segratesi che si sono aggiudicati ciascuno un contributo di 3.000 euro nell'ambito del Bando Commercio di Vicinato lanciato dal Comune lo scorso ottobre. Un'iniziativa finalizzata a premiare chi avesse presentato progetti ideati per generare attività di pubblica utilità per la cittadinanza, oltre la dimensione strettamente commerciale, che potessero essere attuate e avere ricadute dirette nei quartieri. Un'azione che ha preso vita insieme con la Delegazione di Segrate della Confcommercio di Melzo per la quale l'Amministrazione ha stanziato 75 mila euro.

"L'emergenza sanitaria con il blocco totale di tutte le attività ha fatto purtroppo slittare i tempi - spiega il sindaco Paolo Micheli -, terminato il lockdown, con la riapertura possono partire anche i servizi collaterali contemplati nei progetti premiati e si aggiunge un nuovo tassello al nostro impegno di favorire lo sviluppo e di sostenere il commercio locale, valorizzandone il ruolo all'interno del tessuto sociale attraverso iniziative che hanno riscontro diretto in tutta Segrate e che generano nuove opportunità".

I servizi proposti sono vari e numerosi: dalla consegna gratuita a domicilio dei propri prodotti su tutto il territorio, e anche di ritiro dei capi nel caso delle lavanderie, alla scontistica e alle convenzioni per studenti, anziani, categorie deboli, ma anche per chi è iscritto alla Biblioteca o alla Piscina comunali; dagli sconti e dall'assistenza per i cittadini nella presentazione di pratiche e di richieste rivolte al Comune o ad altri enti, alle iniziative solidali per chi è in difficoltà e ad attività inerenti la tutela della salute, dello sport e la salvaguardia dell’ambiente, il contrasto allo spreco alimentare, la raccolta di beni per canili e gattili. Dalla ricezione e consegna pacchi, all'attività di promozione e comunicazione delle iniziative organizzate sul territorio; dal book crossing allo swap day, mercatino dello scambio di vestiti e oggetti usati. Dalla collaborazione con le scuole per le visite ai propri laboratori o per "fare pratica" con il mestiere, all'organizzazione di iniziative a tema, in collaborazione con le associazioni. Dai corsi di grafica a costi forfettari, alle attivazioni di tirocini extracurriculari e alla collaborazione con i servizi sociali per favorire l'inserimento sociale o nel lavoro. 

"Siamo molto felici che finalmente con la ripartenza possano prendere avvio i progetti presentati dai nostri negozianti a sostegno della comunità - commenta con soddisfazione Antonella Caretti, assessore al Commercio e alle Attività Produttive -. Abbiamo raggiunto lo scopo che ci eravamo prefissati con il Bando: creare valore aggiuto sul territorio con il supporto e la piena adesione e collaborazione degli esercenti. Poiché l'emergenza Coronavirus ha rallentato tempi e modalità fissati nel bando, la Giunta nei prossimi giorni delibererà di liquidare i primi 1.500 euro del contributo entro luglio, senza richiedere ai negozianti alcuna rendicontazione sull'attuazione dei progetti, che invece dovrà essere presentata a febbraio per ottenere la tranche finale. Ci auguriamo che i servizi resi ai segratesi possano costituire un risultato premiante anche per i commercianti e li aiutino a rafforzare e consolidare la loro presenza, la loro attività e il rapporto di reciproca fiducia con i cittadini".

Su SEGRATE GO! la app che aiuta il commercio di Segrate, è possibile scoprire tutte le novità e promozioni del commercio segratese

Sei un cittadino? Scarica qui l'app: https://www.segratego.it/main/

Sei un commerciante? Apri la tua vetrina: https://www.segratego.it/main/?page=home

 

Nel file allegato i nomi e i progetti delle attività premiate.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies