Introduzione

Con Decreto n. 14097 del 18/11/2020 è stato approvato l’avviso pubblico per la concessione di un contributo una tantum agli orfani  per femminicidio e agli orfani per  crimini domestici di età non superiore a ventisei anni, in attuazione della D.G.R. N. 3760 DEL 3/11/2020 – ART. 7 BIS della L.R. N. 11/2012 avviando, per la prima volta una misura sperimentale a valenza regionale ed a governance tecnico amministrativa ATS di Brescia, finalizzata  a sostenere gli orfani di femminicidio e gli orfani di crimini domestici, nonché le famiglie a cui sono stati affidati. 

Regione Lombardia, nell’ambito del Piano quadriennale per le politiche di parità, prevenzione e contrasto alla violenza contro le donne 2020/2023,  ha ritenuto di dedicare un’attenzione particolare agli orfani di femminicidio ed agli orfani per crimini domestici, definiti da Anna Costanza Baldry “orfani speciali”, in quanto data la loro particolare situazione, determinata dalla perdita di un genitore (solitamente la madre), vittima di crimine  domestico ed al tempo stesso anche dell’altro, in quanto autore del crimine ed in conseguenza di ciò, suicida o successivamente detenuto, presentano bisogni, problemi e condizioni psico-sociali specifiche.

Chi può fare richiesta

Possono presentare richiesta gli orfani per femminicidio e per crimini domestici di età non superiore a ventisei anni

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies