Whistleblowing

Pagina aggiornata 10/11/2020

SEGNALAZIONE DI ILLECITI O DI IRREGOLARITA’ DA PARTE DEL DIPENDENTE PUBBLICO (C.D. WHISTLEBLOWER)

Il whistleblowing, o segnalazione di un presunto illecito, è un sistema di prevenzione della corruzione introdotto dalla legge 6 novembre 2012, n. 190 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione” ; successivamente riscritto nei contenuti dall’art.1 della L. 179/2017 che è andato a modificare il D.lgs. n.165/2001 con l’ art.54 bis - Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (il cosiddetto whistleblower).
In particolare, il comma 5 dispone che, in base alle nuove linee guida di ANAC, le procedure per il whistleblowing debbano avere caratteristiche precise. In particolare “prevedono l’utilizzo di modalità anche informatiche e promuovono il ricorso a strumenti di crittografia per garantire la riservatezza dell’identità del segnalante e per il contenuto delle segnalazioni e della relativa documentazione”. 
La normativa in materia di prevenzione della corruzione nelle pubbliche amministrazioni sollecita i pubblici dipendenti a denunciare le condotte illecite di cui siano venuti a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro e la procedura in questione prende il nome di “whistleblowing”. Il whistleblower pertanto è chi testimonia un illecito o un’irregolarità sul luogo di lavoro, durante lo svolgimento delle proprie mansioni, e decide di segnalarlo, svolgendo in tal senso un ruolo di interesse pubblico.
L’istituto della segnalazione di illeciti deve diventare una delle tante modalità in cui si manifesta il senso civico di un dipendente pubblico.

Il whistleblowing consiste, dunque, nelle attività di regolamentazione delle procedure volte a incentivare e proteggere segnalazioni di illeciti. Scopo dichiarato della disciplina è di evitare che il dipendente pubblico ometta di effettuare segnalazioni di illeciti per timore di subire ritorsioni e/o conseguenze comunque spiacevoli.
In merito ai fatti/atti che possono essere oggetto di una segnalazione, vengono considerate rilevanti le segnalazioni che riguardano comportamenti, rischi, reati o irregolarità a danno dell’interesse pubblico. 

Il whistleblowing non riguarda le lamentele di carattere personale del segnalante.

Il Comune di Segrate ha previsto per il proprio personale una procedura informatica in grado di assicurare la tutela della riservatezza dell’identità del dipendente che effettua la segnalazione.
Preposto alla ricezione e/o alla gestione delle segnalazioni nel nostro Ente è il Segretario Generale, nel ruolo di Responsabile della Prevenzione della Corruzione (RPC).

Il Comune di Segrate ha aderito al progetto WhistleblowingPA di Transparency International Italia e del Centro Hermes per la Trasparenza e i Diritti Umani e Digitali e ha adottato la piattaforma informatica prevista per adempiere agli obblighi normativi e in quanto ritiene importante dotarsi di uno strumento sicuro per le segnalazioni.
Le caratteristiche di questa modalità di segnalazione sono le seguenti:
-la segnalazione viene fatta attraverso la compilazione di un questionario e può essere inviata in forma anonima. Se anonima, sarà presa in carico solo se adeguatamente circostanziata;
-la segnalazione viene ricevuta dal Responsabile per la Prevenzione della Corruzione (RPC) e da lui gestita mantenendo il dovere di confidenzialità nei confronti del segnalante;
-nel momento dell’invio della segnalazione, il segnalante riceve un codice numerico di 16 cifre che deve conservare per poter accedere nuovamente alla segnalazione, verificare la risposta dell’RPC e dialogare rispondendo a richieste di chiarimenti o approfondimenti;
-la segnalazione può essere fatta da qualsiasi dispositivo digitale (pc, tablet, smartphone) sia dall’interno dell’ente che dal suo esterno. La tutela dell’anonimato è garantita in ogni circostanza.
Le segnalazioni possono essere inviate all’indirizzo web: https://segrate.whistleblowing.it/#/

 

Invia una segnalazione



Anno 2018

Di seguito si riporta il modulo, predisposto, per effettuare le segnalazioni di illeciti. Il modulo debitamente compilato dovrà essere inoltrato alla casella di posta elettronica appositamente dedicata alla ricezione delle segnalazioni a cui accede esclusivamente il RPC: anticorruzione@comune.segrate.mi.it

Modulo di segnalazione di condotta illecita (formato PDF - 96 KB)

La procedura è stata aggiornata, con la procedura sopra riportata.

Anno 2014

Avviso ai dipendenti per segnalazioni (formato PDF - 56 KB)
Modello per segnalazione (formato PDF - 1610 KB)

NOTA: per visualizzare correttamente il modello per segnalazione in versione PDF editabile cliccare sul link con il tasto destro del mouse e salvare con nome in locale

La procedura è stata aggiornata, in occasione dell'approvazione del PTPCT 2018-20, con la procedura sopra riportata.

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informazioni cookies